GADGETS NATALIZI e APPELLO AI SOCI PER SEDE SOCIALE

Stampa

     Cari donatori,

anche per questo Natale la VOSS vuole essere vicina ai suoi donatori con quelli che sono diventati il nostro appuntamento di fine anno: i gadgets natalizi. Essi rappresentano per noi -ma speriamo anche per voi- un piccolo fiore che vi offriamo per esprimervi il nostro grande grazie per ciò che fate per i malati del Ns. Ospedale. Sarà possibile ritirarli in Sede Sociale, a via L. Guercio 420, a partire da mercoledì 18  dicembre dalle ore 8,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,30 dei gg. feriali, salvo il sabato pomeriggio. Vi invitiamo però a controllare, prima di passare da noi, su internet, sempre al sito "donatorivoss" e alla voce "bacheca", tali orari e giorni che potrebbero trovare una modifica per l'avvicinarsi del termine dell'attuale progetto del personale del Servizio Civile.

In questo periodo natalizio poi potreste collegare la Vs. visita per ritirare il gadget con una Vs. donazione in Sede Sociale.

     Colgo però a tal proposito l'occasione per esprimere nuovamente una certa delusione per la risposta dei Ns. soci agli appelli telefonici per donazione a via L. Guercio. Posso convenire che finiamo per essere più pressanti del normale nel sollecitarvi, ma certamente voi intuite dalle pressioni di chi vi chiama, la Ns. sig. Maria, la gravità della carenza e quindi della necessità di sangue, ma anche quella delusione di cui dicevo che lei, che s'impegna tanto, è la prima a risentire. Pensate, domenica 1° dicembre abbiamo realizzato "un nuovo primato nella raccolta", ma in negativo: zero donatori sulla ventina che si erano impegnati a venire. E' la prima volta che accade in termini così drammatici, ma il fatto che torniamo nuovamente sull'argomento vi dice che il problema c'è ed è molto grosso! In media Maria deve chiamare 60-70 donatori (e anche più) per avere tra le 20 e le 25 adesioni, che ovviamente è il massimo della Ns. operatività (prenotandone di più è evidente che, venendo tutti, non avremmo logistica e tempo per poterli soddisfare). Ma quanti poi effettivamente vengono? Non più di 4 o 5 -1/4 dei prenotati e anche meno- donde viene spontaneo il tentativo di richiamare a breve il donatore non venuto (non foss'altro che per informarsi su eventuali impedimenti, magari di salute) forse importunandovi più del dovuto, e voluto. Ovviamente ce ne scusiamo, ma vi invitiamo ad analizzare con noi questi risultati. Non viene anche a voi da considerare, di fronte a questi dati, che la Ns. iniziativa -nata per offrire ai nostri soci l'opportunità di una donazione più puntuale, veloce e comoda (per la sede al centro di Salerno anche con garage sottostante)- sia poco sostenuta dagli associati, per cui siamo meno incoraggiati a continuare? Anche perché il vero rischio è che il fruitore di queste raccolte così modeste, il Centro Trasfusionale dell'Ospedale, minaccia di toglierci la convenzione. Il che significherebbe dover rinunciare definitivamente alla grossa opportunità di dare soluzione ai tanti problemi che da sempre lamentate per le donazioni al S. Leonardo. A  noi sembra un gran peccato, anche perché il gradimento di coloro che hanno donato qui da noi (espresso anche con un questionario sottoposto ai primi 150) mostrava un consenso unanime sul servizio, professionale e umano,  che offriamo, tanto che vengono a via L. Guercio anche da fuori Salerno.

Ma se volessimo trovare delle soluzioni alla mancanza di puntualità della Vs. risposta ai Ns. appelli (d'altronde tipica della mentalità del meridionale) -tenendo presente che quando siete contattati possiate non aver presenti i Vs impegni per i gg. successivi per cui ci date delle disponibilità solo possibili, donde la defezione di molti- potremmo pensare a questa soluzione: dopo avervi con una prima chiamata solo comunicato le date delle raccolte (che, vi ricordo, potete trovare anche su altro articolo di questa bacheca), vi richiameremmo dopo qualche giorno per avere da voi la data in cui verreste quasi sicuramente.

Insomma avrete capito che nella risposta ai Ns. appelli qualcosa deve assolutamente cambiare: prendiamo questo impegno reciproco come dono di Natale (ma ovviamente anche di.....dopo) ai Ns. malati.

E' molto gradita l'opportunità di inviarvi i più calorosi auguri per le sante festività.       Guerrazzi